Quale tv comprare Oggi e Spendere Bene la Guida

I televisori a schermo piatto sono presenti quasi in tutte le famiglie italiane. Il mercato è saturo e il boom è un po’ passato. Chi decide di comprare un nuovo tv led però fa bene a leggersi questa guida che abbiamo preparato. Si tratta di un buon punto di partenza per capirci di più e scegliere il modello adatto alle proprie esigenze. Che sia Ultra Hd, Full Hd, 3d oppure no, alla fine dell’ articolo ne sapremo di più.

La grandezza giusta dello schermo

I televisori si sono ingranditi tantissimo tanto che oggi è possibile ricreare un piccolo cinema in casa con poco. Per la maggior parte degli acquirenti, lo schermo potrebbe non essere mai abbastanza grande. Va da sé che godersi i film su uno schermo gigante è senz’altro più piacevole che su un modello di formato minore. In base alle dimensioni del TV e, a quanto più vicini vi posizionerete davanti allo schermo, l’immagine potrebbe apparire velata e im­pastata.

Le dimensioni ideali del vostro prossimo televisore potrete scoprirle age­volmente da soli. Basterà che misuriate a quale distanza dallo schermo, desideriate sedervi in soggiorno. La metà di un terzo di questa distanza, costituisce la misura perfet­ta per l’immagine.

Tv 4k e Ultra Hd

Se per voi si rivela sufficiente un televisore compatto con una diagonale di circa un metro, potrà allora bastare un Full-HD. I televisori Ultra-HD offrono invece un numero quadruplicato di pixel rispetto ai diffusi modelli Full-HD e le immagini appaiono quindi più pulite e luminose. Per apprez­zarne la differenza il televisore deve essere però di grande formato.

lg 49 pollici
lg 49 pollici ultra hd

 

Solo i modelli con diagonale a partire da 120 centimetri mostrano i vantaggi dell’ Uhd, a patto che lo spettatore si posizionerà alle tradizionali distanze dallo schermo. Inoltre, i dispositi­vi Ultra-HD mostrano i propri punti di for­za solo con film ad alta risoluzione. Le emittenti che trasmettono in UHD sono ancora merce rara e nella nuova variante UHD su Blu-ray esi­ste solo una dozzina di film. Anche Ama­zon e Netflix offrono alcuni film e serie TV con questa ultra elevata risoluzione, ma per visionarli avrete bisogno di una connessio­ne Internet velocissima. Se a casa vostra i video di YouTube vengono riprodotti a scatti, i film in 4K non potranno essere as­solutamente riprodotti.

Smart tv

molte televisioni presentano questa dicitura, ma cosa vuol dire.Questi modelli hanno integrato un ricevitore wifi che permette loro di collegarsi ad internet. Tramite applicazioni presenti nel televisore o installabili possiamo navigare sulla rete oppure guardare in streaming video da Netflix, Youtube, Google Video. Se avete un televisore vecchio basta comprare un adattatore smart tv per trasformarlo. Si tratta di un box da collegare alla presa HDMI e che monta il sistema operativo Android.

Schermo Curvo

Gli schermi curvi dovrebbero consentire di riprodurre i film con un miglior effetto tri­dimensionale e in modo ancor più defini­to, ma in pratica ciò è poco percepibile e diciamocela tutta, è tutto un fatto di marketing. Per i display curvi, a seconda delle dimen­sioni del TV, occorrerà calcolare un sovra-prezzo da 200 a 500 Euro rispetto a identi­ci schermi flat .

Le immagini e l’audio di unità periferiche, come recorder, lettori bluray, lettori multimediali, console di videogiochi posso­no essere trasferite al televisore attraverso cavi HDMI. La maggior parte dei dispositi­vi TV attuali offre da tre a quattro ingressi HDMI e un numero sufficiente di porte di connessione. Grazie ai ricevitore integrato nei televisori, per la ricezione di trasmis­sioni HDTV, via cavo e satellite non è ri­chiesto alcun ricevitore TV separato.

Rela­tivamente al recorder, non ne avrete affatto necessità, poiché potrete collegare a molti televisori un comune hard disk USB attra­verso cui registrare agevolmente le tra­smissioni TV. Funziona anche la program­mazione via timer, addirittura con televiso­re spento. Attraverso le porte USB dei tele­visori potrete inoltre riprodurre foto e vi­deo da pen-drive USB e hard disk. Un tele­visore dovrebbe quindi essere dotato di al­meno due porte USB.

Come accaduto per la telefonia mobile do­ve si sono imposti gli smartphone, la mag­gior parte dei televisori odierni è del tipo Smart-TV. Dispongono quindi di un accesso a Internet, con pres ethernet oppure con ricevitore wifi, che consente di riprodurre film e serie TV da servizi di streaming, come Netflix, Amazon, Youtube gestibili age­volmente con il telecomando. A seconda del produttore del televisore, potranno es­sere installate svariate App che permettono di usare giochi e social network direttamente dal televisore.

samsung 40 pollici
samsung da 40 pollici smart full Hd in offerta su Amazon

Quale televisore scegliere

Bisogna comprendere quali sono le proprie esigenze. Se siete maniaci della qualità potete subito optare per un modello Ultra Hd di tipo smart, con connessione wifi ad internet. Se volete risparmiare un po’ comprate un FULL HD anche in questo caso meglio se smart. Lasciate stare i televisori HD READY, con una risoluzione veramente bassa. Date un’occhiata sulle offerte di Amazon ci sono parecchi modelli interessanti a poco prezzo e con spedizione gratuita.

Noi vi consigliamo il Samsung da 40 pollici con funzioni smart e ricevitore wifi oppure il bellissimo Lg da 49 pollici Ultra Hd

Per il resto le marche più blasonate sono sempre le solite: Samsung, Lg, Sony, Panasonic, Philips, Toshiba. I cinesi di Haier si stanno facendo strada ed offrono modelli Ultra Hd a prezzi veramente interessanti.

Meglio 50 o 100 Hertz

In origine, gli Hertz indicavano il numero delle immagini che un televisore è in gra­do di riprodurre al secondo. 50 Hertz rap­presentano la frequenza normale, ma i te­levisori migliori con una frequenza doppia di 100 Hertz consentono di riprodurre le immagini in movimento, in modo più flui­do e nitido. 1 produttori, grazie a trucchi elettronici, stanno tentando di migliorare ulteriormente la nitidezza per le immagini in movimento.

I televisori vengono pubbli­cizzati con un numero sempre maggiore di Hertz, cosa che però non migliora la fre­quenza di riproduzione dell’immagine, ma i modelli più costosi mostrano i loro pregi qualitativi soprattutto nel confronto diretto con televisori più economici, offrendo co­lori un po’ più saturi e una maggior niti­dezza per le immagini in movimento. A parte questo, i modelli costosi offrono principalmente una dotazione più ricca tra cui, ad esempio, la possibilità di riprodurre film in 3D. Non tutti però necessitano di questa funzione, visto che gli appassionati di cinema acquistano versioni 3D di film soprattutto su Blu-ray. Numerosi modelli di lusso dispongono inoltre del cosiddetto Twin Triple-Tuner, ovvero ciascun ricevito­re TV (cavo, satellite e antenna) è presente due volte in modo da poter eseguire regi­strazioni di altri programmi, indipendente.

(Visited 412 times, 1 visits today)
Precedente Lettori Blu Ray 4k quale scegliere in base al prezzo e prestazioni Successivo Costruire un Pc con 100 euro